Lutto nello sport italiano: che tragedia, ci lascia a soli 37 anni

È morta a soli 37 anni, il mondo della kickboxing è in lutto per la terribile tragedia

Ci lascia a soli 37 anni e in un modo improvviso: il mondo della kickboxing piange non solo la scomparsa di una campionessa, ma anche di una ragazza esemplare, che nel corso della sua vita ha sempre dimostrato di tenere tanto ai valori dello sport.

Lutto nello sport italiano, muore a 37 anni
Lutto nello sport italiano: campionessa muore a 37 anni (Ansa) – Wigglesport.it

Molte delle persone che la conoscevano sono rimaste senza parole, anche perché non si conoscono i motivi del decesso: sul caso sta indagando la magistratura, l’unica cosa che si sa in questo momento della morte dell’ex campionessa di kickboxing Miriam Francesca Vivarini è che al momento della morte era da sola nella sua abitazione di Pescara.

Grande commozione al momento del suo funerale, centinaia le persone presenti durante il rito, tra cui i famigliari e gli amici di una intera vita che l’hanno accompagnata nel percorso dello sport professionistico.

Morta Miriam Francesca Vivarini, campionessa di kickboxing: aveva 37 anni

Miriam Francesca Vivarini aveva legato il suo nome al mondo della kickboxing, sport praticato da lei sin da bambina e che le aveva permesso di vincere numerosi trofei in giro per l’Italia e per il mondo. Nel corso della sua fulminante carriera sono arrivati diversi titoli, tra cui un titolo mondiale e un secondo posto ai campionati europei della specialità K1.

Miriam era cresciuta nella palestra guidata da Maurizio D’Aloia, ex maestro e titolare del team Fight Clubbing di Pescara, morto nel 2019 anch’egli per una malattia improvvisa. Presso la nota palestra la Vivarini aveva imparato l’arte di questo sport che unisce ragazzi e ragazze e che si basa su una ferrea disciplina.

Morta Miriam Francesca Vivarini, aveva 37 anni
Miriam la campionessa di kickboxing Miriam Francesca Vivarini muore a 37 anni (Ansa) – Wigglesport.it

In occasione dei funerali, il parroco ha voluto ricordare Miriam con le seguenti parole: “Miriam era una ragazza forte, abituata a sacrificio e a combattere per il suo amato sport“. Tanti anche i messaggi social, da parte di amici e conoscenti della campionessa, descritta come una ragazza solare e allegra e capace di grande empatia.

Nella cattedrale di San Cetteo a Pescara, la chiesa in cui si sono svolti i funerali, erano presenti i suoi genitori Norma e Dario, i suoi fratelli Sara e Davide, e molti suoi colleghi che hanno condiviso con lei la passione per la kickboxing, tra cui l’ex campione del mondo e attuale vice presidente della Feder-kombat Riccardo Bergamini.

Impostazioni privacy