Lutto in Serie A: ha vinto lo scudetto, tifosi straziati

Il calcio italiano è in lutto per la scomparsa di un protagonista del passato di un’impresa che resterà per sempre nella storia.

Il mondo del calcio ha perso un illustre personaggio, nelle ultime ore abbiamo salutato Andy Brehme, ex calciatore di Bayern Monaco e Inter. Questi non è l’unico grande addio e la notizia ha sconcertato i tifosi.

Lutto in Serie A
Una perdita rende tristi gli italiani (LaPresse) – wigglesport.it

Il comunicato ufficiale del club è arrivato nelle scorse ore e ha portato tanta tristezza nei tifosi e negli sportivi italiani. Si registra un nuovo lutto, un altro dei protagonisti del calcio italiano non ce l’ha fatta e ai tifosi non resta ora che ricordarlo con grande commozione.

La piazza aveva sempre ammirato una delle figure che, dietro le quinte, contribuì a realizzare una delle imprese più importanti nel calcio italiano. La scomparsa getta un po’ tutto il club e gli appassionati nello sconforto, il club ha comunicato la notizia direttamente sui canali social. A 88 anni è morto Giuseppe Costa, ex medico dell’Hellas Verona negli anni Ottanta.

Addio a Costa, il medico dello scudetto

Il medico sociale dei tempi d’oro è stato ricordato con un post dalla società scaligera, se ne va un protagonista dello scudetto del 1985. Figura chiave dell’intera società, Costa era stato apprezzato per la sua capacità di essere sempre una figura di riferimento per lo staff e per i calciatori. Il Verona lo ha ricordato con un particolare affetto, esprimendo le sue condoglianze alla famiglia e a quanti lo hanno stimato in vita.

Giuseppe Costa era un dottore di origini calabresi, che si trasferì a Verona per amore della moglie Annamaria e poi divenne primario di Medicina dello Sport a Borgo Trento, dividendo il ruolo da medico sociale con gli scaligeri prima con il dottor Franzoni e poi con il dottor Biscardo negli ultimi anni, compreso quello storico dello scudetto.

Addio protagonista del Verona
L’ultima Reunion con i protagonisti del 1985 (ansa foto) – wigglesport.it

La figura di Costa ha lasciato un segno nel cuore dei tifosi gialloblù, era particolare il suo rapporto con il tecnico Osvaldo Bagnoli che aveva piena fiducia nell’operato dei suoi medici. Non è un caso come il Verona dello scudetto – pur con quindici uomini effettivi in rosa – riuscì a reggere le pressioni da un punto di vista mentale ma soprattutto fisico, a dimostrazione dell’ottimo lavoro di prevenzione e di cura sui muscoli degli atleti.

Questi ultimi, hanno avuto parole di stima nei confronti di Costa. Ai microfoni dell’Arena, alcuni ex campioni di Italia come Marangon e Tricella hanno sottolineato come il medico sociale era una parte integrante del Verona, ricordando la qualità del professionista unita alla sua umanità.

Impostazioni privacy