L’Italia del tennis sorride, nuovo record: è accaduto in queste ore

L’Italia del tennis, dopo la storica vittoria di Jannik Sinner dello scorso gennaio agli Australian Open, può sorridere per i risultati di un altro tennista del nostro movimento.

Dopo la bellezza di circa 45 anni, il tennis italiano sta rivivendo un periodo d’oro. Era dai tempi di Adriano Panatta, infatti, che questa disciplina non raggiungeva nel nostro Paese sia questo amore che questo seguito. Il tutto, se si considera solo in tennisti italiani, è partito dalle grandi prestazioni di Matteo Berrettini

ultim'ora nel mondo del tennis
Tennis, l’Italia sorride per il verdetto (Lapresse) Wigglesport

Quest’ultimo, infatti, è stato il primo italiano a raggiungere nel 2021 la finale di Wimbledon, poi persa per 3 set a 1 contro Novak Djokovic. Tuttavia, in Italia il vero boom è avvenuto solo a fine 2023 e, soprattutto, grazie ai grandissimi risultato ottenuti da Jannik Sinner. Dopo la vittoria del Master 1000 di Toronto,  infatti, il tennista altoatesino è riuscito ad inanellare una serie di successi davvero impressionati: dalle vittorie dei tornei ATP 500 di Vienna e Pechino, passando per la raggiunta alle Finals di Torino, alle vittorie storiche in Coppa Davis con l’Italia di Filippo Volandri e nel primo Slam della stagione: gli  Australian Open. 

Proprio quest’ultimo successo, di fatto, ha scatenato in Italia una vera e propria ‘Sinner Mania’. Basti pensare che le varie scuole di tennis sparse nel territorio del nostro Paese non hanno mai registrato un numero così elevato di iscrizioni. Tuttavia, oltre ai grandissimi risultati dell’altoatesino, anche un altro tennista italiano  sta ottenendo degli importanti traguardi.

Tennis, ottime notizie per un tennista italiano

Flavio Cobolli, dopo essere riuscito ad arrivare fino al terzo turno degli Australian Open (poi perso per 3 set a zero con il tennista di casa De Minaur) ed i quarti di finale dell’Open Sud de France poi eliminato dal croato Coric per 2 set a zero), è riuscito a raggiungere anche i Quarti di finale al Delray Beach Open.

Anche in questo caso, però, il tennista nato a Firenze ha dovuto alzare bandiera bianca dinanzi ad un avversario che ha potuto sfruttare il ‘fattore casalingo’, ovvero Frances Tiafoe. Quest’ultimo, infatti, ha vinto il match per 2 set a 0 con il punteggio netto di 4-6 e 2-6. Tuttavia, al netto di questo ko, Flavio Cobolli è riuscito a raggiungere il suo best ranking nella Classifica ATP: cioè la 68esima posizione.

Posizione in classifica di Cobolli
Best ranking per Flavio Cobolli (LaPresse) wigglesport.it

Il più alto in classifica tra i nostri connazionali è, ovviamente, Jannik Sinner. L’azzurro è nella storia come numero tre al mondo (un tennista italiano non aveva mai raggiunto questi numeri nell’era Open), poi ci sono Musetti, Arnaldi e Sonego. E ora c’è Cobolli, pronto a rilanciare ancora di più il tennis italiano.

Impostazioni privacy