Ha rifiutato la panchina: già pronta l’alternativa

A fronte del recente esonero, la società si è subito messa al lavoro per andare alla ricerca del profilo giusto al quale affidare la panchina per il proseguo della stagione. Fra i tanti allenatori visionati uno in particolare aveva attirato l’attenzione della dirigenza, che decisa nel puntare su di lui aveva addirittura studiato un’offerta ad hoc da presentargli.

Peccato che, stando alle ultime notizie, il diretto interessato non si è mostrato essere entusiasta di questa opportunità, stroncandola difatti sul nascere. A fronte di questo rifiuto, comunque, il club non si è affatto abbattuto, visto che avrebbe già pronta un’alternativa sulla quale puntare.

Lione panchina
Ha rifiutato la panchina, il club ha già pronta l’alternativa (Ansa foto) – wigglesport.it

Cercasi allenatore: la panchina è stata rifiutata

A fronte dell’ultima sconfitta in campionato la squadra è scivolata ancora di più nei bassifondi della classifica, costringendo la società a prendere una decisione tanto drastica quanto inevitabile, ovvero quella di esonerare l’allenatore. Non si tratta di una novità, sfortunatamente, visto che in questo inizio di stagione si è cambiata guida tecnica già per ben due volte, ma la speranza è che la terza possa essere quella buona, considerato anche il fatto che il profili valutati dalla dirigenza questa volta sarebbero completamente di un altro livello rispetto a quelli precedenti.

C’è un però in questa faccenda, visto che difficilmente allenatori del genere accetterebbero un incarico così complicato come quello che starebbe offrendo il club, visto la complicata situazione di classifica e, soprattutto, ambientale. A conferma di questo, stando alle ultime notizie, quello che da tutti era stato indicato essere come il preferito della dirigenza ha rifiutato in presa diretta la possibilità di sedersi sulla panchina del club a stagione in corso.

Nel corso della vittoriosa conferenza stampa post partita contro lo Strasburgo, infatti, Will Still non solo ha confermato la sua permanenza allo State Reims almeno fino a fine stagione, ma si è anche fatto una risata sulla possibilità di approdare al Lione, negando anche il fatto di essere stato contattato negli scorsi giorni.

Still dice no: l’alternativa per il Lione è un ex OM

Dopo l’esonero di Fabio Grosso, stando a quanto riportato dai media francesi, il Lione avrebbe tentato qualche approccio con il giovane ed incredibile allenatore dello State Reims Will Still, che senza perdersi in chiacchiere ha subito messo in chiaro la sua volontà, che al momento non è quella di sedersi sulla panchina dell’OL.

A fronte di questo, dunque, il ruolo di allenatore dei Les Gones è ancora libero, ma la dirigenza transalpina avrebbe un nome super valido sul quale puntare. Si tratta di Igor Tudor, vicinissimo al Napoli nelle scorse settimane, che come Still, però, non sarebbe chissà quanto convinto della destinazione. Nei prossimi giorni dovrebbero andare in scena alcuni contatti concreti fra le parti, ma se anche il croato dovesse rifiutare, il Lione potrebbe puntare per la panchina su una vera e propria leggenda del club. 

Lione panchina
Still rifiuta il Lione, che punta e spera in Tudor (LaPresse) – wigglesport.it

Lione, ultima spiaggia: si punta sulla leggenda

A fronte dei rifiuti di Tudor e Still, il Lione potrebbe pensare di riportare in panchina Bruno Genesio. Chi alla fine meglio dell’ex Rennes per provare a portare fuori da questo periodo di crisi l’OL, visto che che il francese ha imparato a conoscere molto bene il club e l’ambiente sia da giocatore che da allenatore, per un totale di 17 anni. Staremo a vedere alla fine chi il Lione sceglierà, ma in fin dei conti l’impressione è che Genesio possa essere la soluzione migliore.

Lione panchina
Né Tudor né Still, potrebbe essere Genesio il nuovo allenatore del Lione (LaPresse) – wigglesport.it
Impostazioni privacy