Leclerc lancia l’avvertimento: “E’ questione di tempo”

È stato un avvio di stagione non esaltante ma nel complesso accettabile, quello di Charles Leclerc alla guida della nuova Ferrari SF-24

Un quarto posto in Bahrain che poteva diventare il terzo senza il problema ai freni e una terza piazza a Gedda in Arabia Saudita che lo ha parzialmente soddisfatto. Nelle prime due gare del mondiale di Formula 1 2024 Charles Leclerc ha ottenuto più o meno il massimo che ci si poteva aspettare dalla nuova Ferrari, la SF-24, che nelle intenzioni della scuderia di Maranello dovrà gradualmente avvicinarsi alle prestazioni della Red Bull.

Considerato anche il terzo posto di Sainz all’esordio e la grande prova del diciottenne Oliver Bearman in Arabia Saudita al posto dello stesso Sainz, operatosi di appendicite, in casa Ferrari si può essere moderatamente soddisfatti.

Leclerc avverte tutti
Il pilota della Ferrari Charles Leclerc (LaPresse) – Wigglesport.it

Max Verstappen e in parte anche Sergio Perez sono ancora molto lontani sia in termini di prestazioni sul giro che soprattutto sul passo gara, ma la stagione è molto lunga e nel corso della stessa lo sviluppo della vettura può produrre risultati sorprendenti. Il piano di Maranello dunque può ancora andare a segno.

Ed è lo stesso Leclerc a sottolineare come la Rossa, oltre ai tangibili progressi già compiuti rispetto allo scorso anno, abbia finalmente le carte in regola per insidiare da vicino l’egemonia della scuderia anglo-austriaca. Forse non in tempi brevissimi, ma già verso metà stagione.

Leclerc, le sue parole scaldano i tifosi della Ferrari: “Possiamo farcela”

Secondo quanto riportato da Autosport il ventiseienne pilota monegasco si è dichiarato convinto che prima o poi il Cavallino Rampante darà filo da torcere alle due Red Bull, finora padrone incontrastate dei mondiali piloti e costruttori.

La Red Bull si può riprendere
Leclerc con i piloti della Red Bull sul podio (LaPresse) – Wigglesport.it

“Quella in Arabia Saudita è stata una gara positiva, penso che stiamo facendo piccoli passi nella giusta direzione. Se guardo indietro agli ultimi sei o sette mesi – ha chiarito Leclerc – siamo la squadra che è migliorata maggiormente e stiamo lentamente colmando il gap”. Una crescita graduale dunque ma costante e senza passi indietro.

Ci vorrà ancora qualche settimana, forse anche qualche mese, ma secondo il talento monegasco la Ferrari potrà competere ad armi pari o quasi con le vetture di Milton Keynes: “Il divario è ancora abbastanza grande, ma se continuiamo a lavorare così, sono sicuro che sarà una questione di tempo prima di mettere un po’ più di pressione la Red Bull”.

C’è dunque una speranza, una possibilità in una prospettiva a medio termine. Tutto questo non può non far piacere ai milioni di tifosi ferraristi che sognano di rivedere una Rossa al vertice della Formula 1.

Impostazioni privacy