Ibra, altro che Milan: i veri affari sono in Svezia

Il ritorno di Ibra al Milan scuote il club rossonero e tutta la Serie A: gli affari dell’ex centravanti, però, vanno oltre e sono soprattutto in Svezia

Zlatan Ibrahimovic ha segnato la storia del calcio con i suoi gol, i trofei vinti praticamente in ogni nazione in cui ha giocato e soprattutto con una personalità fuori dal comune. La leadership dello svedese è unica e sicuramente potrà sfruttarla anche fuori dal rettangolo di gioco, nella sua nuova carriera da dirigente.

Ibra è tornato al Milan, ma non dimentica i suoi affari in Svezia
Zlatan Ibrahimovic è il nuovo Senior Advisor di RedBird (LaPresse) – wigglesport.it

Dopo rumors durati mesi, attenzione mediatica e aperture da entrambe le parti, è arrivata l’ufficialità: l’ex attaccante torna al Milan in una nuova veste. Il suo potenziale, neanche a dirlo è enorme, e si interfaccia in una professione tutta nuova, come Senior Advisor della Proprietà, di RedBird. Insomma, dovrà lavorare a stretto contatto con Gerry Cardinale e con i suoi interessi, ma senza perdere di vista le questioni più vicine al campo e al gruppo.

La società, però, in un momento difficile e delicato come quello attuale per la squadra, ha precisato che non si tratta di un commissariamento di Stefano Pioli, anche se molti addetti ai lavori temono che la presenza di Ibra possa essere ingombrante. In realtà, gli interessi dello svedese non riguardano solo questo nuovo ruolo, ma sono soprattutto in Svezia, almeno sotto il profilo economico.

Ibra e i suoi affari in Svezia: le cifre sono mostruose

Contrariamente a quanto alcuni potevano pensare, Ibra negli ultimi mesi non è stato affatto fermo in attesa del Milan, ma ha curato tutti i suoi altri interessi. Come riporta ‘Calcio e Finanza’, si tratta soprattutto di Unknown Ab, la holding che l’ex centravanti utilizza per i suoi investimenti.

Ibra è tornato al Milan, ma non dimentica i suoi affari in Svezia
I numeri delle società che Ibra ha in Svezia sono molto buoni (LaPresse) – wigglesport.it

Il giro d’affari è enorme e si interfaccia in molti e diversi campi, non per forza legati al calcio: dal padel e le società di storage, fino alle gomme da masticare, agli eSports e le palestre online, i numeri sono strepitosi. Come scrive chiaramente il noto sito che si occupa di questioni finanziarie “il valore delle partecipazioni è pari a complessivi 35 milioni al 31 dicembre 2022″. E sono il frutto di investimenti scrupolosi e ben ingegnati, che l’hanno portato ad acquisire più o meno quote di molte società.

È bene citare anche la Unknown Entertainment, “che opera nella gestione di marchi e di proprietà intellettuale”, si legge. Senza dimenticare Unknown Properties AB, nel campo immobiliare, e la Fc Zlatan tramite cui Ibra ha ottenuto il 50% delle quote della Anschutz Entertainment Group Sweden AB, che a sua volte ha la maggioranza dell’Hammarby. Insomma, oltre al Milan c’è altro e lo storico bomber ha dimostrato di saperlo bene.

Impostazioni privacy