Servizio clienti

Coronavirus (COVID-19)

Info coronavirus (COVID-19)

Info coronavirus (COVID-19)

In questa situazione difficile e senza precedenti la nostra priorità è quella di garantire la salute e il benessere dei nostri colleghi e dei nostri clienti. Wiggle sta continuando la sua attività di retailer online e ad oggi è possibile effettuare ordini tramite il nostro sito. Abbiamo tuttavia apportato alcune importanti modifiche alla nostra organizzazione per poter garantire la continuità del servizio.


Tempi di risposta del nostro Servizio Clienti

Al momento stiamo riscontrando un elevato numero di richieste e stiamo facendo il possibile per rispondere a tutte le email quanto prima, di norma entro 4-6 giorni. Se dopo questo periodo di tempo non hai ancora ricevuto una risposta, controlla la cartella dello spam. Ti chiediamo la cortesia di non ricontattarci nuovamente prima di 4-6 giorni dalla tua prima email, in quanto questo potrebbe ritardare la nostra risposta.

Spedizioni

Ci stiamo impegnando con i nostri corrieri partner per minimizzare i disagi ai clienti, ove possibile. Tuttavia, a causa delle restrizioni e dei controlli governativi per ridurre la diffusione del coronavirus, le spedizioni in alcune zone stanno subendo ritardi. Ulteriori informazioni sulle zone interessate sono disponibili nella pagina di seguito, al momento del pagamento, oppure contattando il nostro Servizio Clienti.

Misure di sicurezza Wiggle

Tutti i dipendenti Wiggle stanno lavorando da casa, ove possibile. Per lo staff del nostro magazzino abbiamo introdotto nuove misure di sicurezza per minimizzare i rischi e salvaguardare i nostri colleghi e i nostri clienti. Queste misure, nel pieno rispetto delle direttive del Governo, prevedono una maggiore igienizzazione degli spazi e una revisione dei turni di lavoro per evitare il contatto tra le persone.

Ulteriori informazioni

Per gli ultimi aggiornamenti sul coronavirus (COVID-19) nel Regno Unito e nel mondo si prega di consultare i seguenti siti: https://www.gov.uk/coronavirus e https://www.who.int/emergencies/diseases/novel-coronavirus-2019

Torna in alto