Ferrari, è finita: trasferimento improvviso in una rivale

La stagione della Ferrari è andata in archivio con molte delusioni e si volta pagina: un addio al box di Maranello sta facendo discutere

Dare un taglio netto ad un passato che ha prodotto molte illusioni e pochi risultati concreti. Era questa la prima missione per la nuova Ferrari dell’era post Mattia Binotto, ma la missione non è riuscita. E ora un trasferimento improvviso scuote l’ambiente di Maranello.

Ferrari, a Maranello cambia tutto: tifosi sconvolti
Ferrari, a Maranello cambia tutto (Ansa Foto) – Wigglesport.it

Tutti nel box già dai primi test in Bahrain avevano capito che sarebbe stata una stagione lunga e pesante, perché la Red Bull era imprendibile. Nessuno però immaginava che sarebbe stata così dura soprattutto nella prima parte della stagione. Non lo immaginavano nemmeno tutti i tifosi che il 14 febbraio scorso invece di festeggiare San Valentino avevano celebrato l’arrivo della Ferrari SF-23. Mai matrimonio è stato più infausto, perché in realtà il progetto è stato fallimentare.

Solo in corso d’opera, facendo aggiustamenti che ad inizio stagione non erano in programma, a Maranello hanno messo una pezza. Così è arrivata la vittoria di Singapore e più in generale un finale di stagione all’altezza del nome. Charles Leclerc e Carlos Sainz non sono mai riusciti a mettere in vera difficoltà Max Verstappen, ma almeno si sono avvicinati e hanno provato anche a ribaltare la classifica nei confronti della Mercedes.

Dopo Abu Dhabi tutti però hanno messo un punto e voltato pagina. Ora i due piloti stanno cominciando a godersi le ferie in attesa di ripresentarsi per un annuncio. Perché molti addetti ai lavori danno per certo che il rinnovo di entrambi sarà comunicato ufficialmente prima che inizi la prossima stagione. Un modo per tranquillizzare loro e i tifosi, per rimanere anche concentrati solo sul mondiale di Formula 1.

Ferrari, è finita: questo addio sa di taglio netto con il passato, Maranello deve reagire

Non c’è ancora la comunicazione ufficiale, ma molti indizi portano a pensare che la nuova Rossa sarà presentata il 13 febbraio 2024, se non altro per segnare un punto differente con il recente passato. Insieme ai due piloti ci sarà ancora Fréderic Vasseur, ma la squadra già dalla prima gara stagionale si presenterà profondamente cambiata.

Laurent Mekies e Mattia Binotto sono il passato: la Ferrari cambia
Laurent Mekies e Mattia Binotto sono il passato (Ansa Foto) – Wigglesport.it

Il team principal francese, alla sua prima stagione da capo di tutte le operazioni in pista, ha potuto vivere sulla sua pelle cosa significa essere un uomo Ferrari. Alcuni dei vecchi difetti sono stati corretti, perché le decisioni ai box hanno dimostrato di essere più pronte. E tutti concordano sul fatto che con quella monoposto il risultato non avrebbe potuto essere migliore.

Era l’ultimo progetto seguito direttamente da Mattia Binotto, che ormai da quasi un anno ha lasciato i suoi ufficio a Maranello e per il momento è ancora senza un lavoro. Accanto a lui, come prima spalla c’era Laurent Mekies come direttore tecnico e alle volte anche come suo sostituto in pista. Non è stato così con Vasseur e non sarà più così.

L’ingegnere francese ha lasciato la Ferrari per ereditare da Franz Tost il ruolo di team principal alla Alpha Tauri e finalmente da febbraio potrà cominciare. Ma come tutti quello che lasciano in corso d’opera, per regolamento negli ultimi mesi è rimasto fermo.

Ora è pronto, anche se recrimina: “Quando ho capito che avrei dovuto aspettare tutti questi mesi – ha detto nelle parole riportate da Formulapassion – è stato un po’ frustrante”. Poi però ha capito che avrebbe potuto sfruttare l’occasione per studiare il suo nuovo team e anche le avversarie. Adesso è pronto per rigettarsi nella mischia.

Impostazioni privacy