Federer commovente: il mondo del tennis non trattiene le lacrime

Il mondo del tennis non riesce a trattenere le lacrime: “King” Roger Federer commuove i suoi fan e gli appassionati del tennis

Roger Federer è stato l’indiscusso “Re” della racchetta. Insieme agli amici-rivali, Novak Djokovic e Rafa Nadal, ha segnato gli ultimi vent’anni del tennis.

Federer commuove il mondo del tennis
Federer commuove tutto il mondo del tennis (LaPresse)-wigglesport.it

Da poco più di un anno e mezzo l’ex numero 1 Atp non dispensa più la sua classe cristallina e i suoi geniali colpi, in particolare il dritto, sui campi da tennis di tutto il mondo.

Il suo ultimo match, il 15 settembre del 2022, è il doppio, in coppia con l’eterno rivale Rafa Nadal, nella Laver Cup, ospitata in quell’occasione a Londra.

Tutti i tifosi del fuoriclasse svizzero e, in generale, gli appassionati di tennis hanno ancora negli occhi le sue lacrime, alla fine del match, seduto a bordocampo, accanto a un Rafa Nadal altrettanto commosso.

Ma ora a non trattenere le lacrime è il mondo del tennis. Tenetevi forte, ora è ufficiale: la data da cerchiare in rosso sul calendario è il 20 giugno per “Twelve Final Days”, il documentario su Re Roger.

Arriva il documentario su Roger Federer: ecco tutte le curiosità

Il countdown è già cominciato. Come anticipato nel primo paragrafo, dal 20 giugno sarà disponibile su Amazon Prime “Twelve Final Days“, il documentario sul primo tennista a vincere 20 titoli del Grande Slam (poi imitato e superato da Nole e dal campione maiorchino, rispettivamente a quota 24 e 22 Slam).

In queste ore è stato diffuso, sull’account “X” di Amazon Prime, il trailer nel quale il 42enne di Basilea, seduto alla scrivania sulla quale campeggia un foglio su cui è vergato l’annuncio del suo ritiro dall’attività agonistica, chiede al pubblico “Ready?” (“Pronti?”).

Dal 20 giugno il documentario su Federer
Le lacrime di Federer e la commozione di Nadal durante l’ultimo match dello svizzero (LaPresse)-wigglesport.it

Altro che, caro Roger, non siamo più nella pelle! Del resto, il documentario con ogni probabilità ripercorrerà le tappe più salienti della carriera di ‘King Roger’. Ma di sicuro non mancheranno momenti commoventi, con protagonista la sua famiglia, da sempre punto di riferimento imprescindibile nella vita dell’ex numero 1 del tennis.

Un documentario, insomma, che rende ulteriore omaggio a un fuoriclasse che, per classe ed eleganza dentro e fuori dal campo, trascende i confini del tennis tanto da essere a tutti gli effetti un’icona della cultura pop.

 

Dunque, appuntamento per il 20 giugno e, è proprio il caso di dirlo, munitevi di fazzoletti in quanto gli ultimi dodici giorni che hanno preceduto l’addio al tennis di “Re Roger” vi faranno sgorgare copiose lacrime dal momento che con Federer che appende la racchetta al chiodo si chiude un’epopea del tennis. Infatti, campioni come il 42enne svizzero ne nascono uno ogni cento anni.

Impostazioni privacy