Emma Raducanu da impazzire: i tifosi non vedevano l’ora

La tennista britannica, incassata la soddisfazione per il ritorno alla vittoria in un match dopo 8 mesi, regala un’altra gioia ai suoi fans

Non sarà stato indimenticabile come l’11 settembre del 2021 quando – al culmine di un percorso fantastico – partendo dalle qualificazioni e approcciando al torneo da numero 150 del ranking WTA, conquistò lo scettro di regina di Flushing Meadows, ma poco ci manca.

Emma Raducanu regala una gioia ai suoi fans
Emma Raducanu, tifosi in estasi dopo la notizia (Instagram) – Wigglesport.it


Il 2 gennaio del 2024 è una data che resterà a lungo impressa nella memoria di Emma Raducanu
, una delle più talentuose tenniste del circuito, designata meno di due anni e mezzo fa come il nuovo astro nascente del tennis femminile. Il match contro la rumena Elena Gabriela Ruse, valido per i sedicesimi di finale dell’ASB Classic di Auckland, in Nuova Zelanda, ha segnato infatti il suo ritorno alla vittoria in un match ufficiale del circuito ad 8 mesi di distanza dall’ultima volta. Tanta roba, come si ama dire in questi casi.

Dapprima travolta da una popolarità senza pari soprattutto – ma non solo – nel Regno Unito, richiestissima dai maggiori brand internazionali della moda, dell’automobilismo, delle compagnie aeree e tanto altro. La britannica ha faticato non poco per rispettare le grandi aspettative riposte nei suoi confronti dopo il trionfo di New York. Fallendo di fatto la sua missione anche a causa di un 2023 che definire da incubo è assolutamente un eufemismo.

Criticata, messa nel mirino dagli haters, stuzzicata con malizia anche dalla stampa in patria, Emma ha fatto i conti con una serie di problemi fisici che ne hanno compromesso il cammino nella passata stagione. Fino ad arrivare ad Auckland, la terra della sua rinascita.

Emma Raducanu, la buona notizia in vista di Melbourne

Operazione alla caviglia e ai polsi di entrambi gli arti: questa la notizia che la bella 21enne nativa di Toronto ha dato al mondo in quel di Madrid, nello scorso aprile, per ufficializzare la sua mancata partecipazione al torneo. Un forfait che ha coinciso anche con l’addio agonistico al 2023, nonostante qualche allenamento ad agosto aveva lasciato presupporre un possibile rientro proprio in quel di New York.

Scivolata al numero 308 della classifica mondiale, la britannica è rientrata nel circuito proprio in Nuova Zelanda da numero 103 del mondo, grazie al sistema del ranking protetto. Un sistema che le ha assicurato una posizione sufficiente per partecipare al primo torneo dell’anno senza passare dalle qualificazioni.

Tutto questo sarebbe stato però comunque insufficiente per accedere al Main Draw degli Australian Open, che prenderanno il via il prossimo gennaio. L’improvviso infortunio della statunitense Lauren Davis – numero 72 del mondo – ha cambiato le carte in tavola.

Emma Raducanu regala una gioia ai suoi fans
Emma Raducanu, qualificata per il Main draw di Melbourne (Ansa Foto) – Wigglesport.it

L’americana non parteciperà al primo Major dell’anno, liberando così un posto nella graduatoria da cui verranno pescate le giocatrici da associare alle qualificazioni o al tabellone principale. Grazie al forfait di Davis, Emma Raducanu potrà prender parte allo Slam australiano senza rischiare spiacevoli sorprese nel sempre imprevedibile mini torneo di accesso.

Una grande notizia per i suoi tantissimi tifosi, che già sognano un’altra grande impresa a distanza di tanto, troppo, tempo.

Impostazioni privacy