Djokovic ‘dimentica’ Sinner ed è subito polemica

La nuova stagione tennistica è alle porte. Tra la fine di dicembre e i primi di gennaio i grandi della racchetta si sposteranno in Australia

L’attesa è già alle stelle, soprattutto tra i tifosi italiani: la nuova stagione tennistica è alle porte, i grandi campioni della racchetta si ritroveranno in Australia per contendersi il primo Slam della stagione. Tutti i big, compreso il ‘nostro’ Jannik Sinner che sul cemento di Melbourne partirà tra i principali favoriti per la conquista del torneo. Ma il numero uno del Ranking è ancora lui, Novak Djokovic, che a quasi trentasette anni di età non ha la minima intenzione di appendere la racchetta al chiodo: nonostante i 24 tornei del Grande Slam conquistati nel corso di una carriera inimitabile, il fuoriclasse di Belgrado è ancora affamato di successi.

Djokovic snobba Sinner
Djokovic non considera Sinner (LaPresse) – Wigglesport.it

L’obiettivo di Nole per il 2024 è confermarsi al vertice della classifica mondiale respingendo l’assalto dei giovani campioni che si stanno facendo largo a suon di vittorie. In questo momento il pensiero va soprattutto a Sinner e a Carlos Alcaraz che ad appena vent’anni ha già conquistato Wimbledon e gli Open degli Stati Uniti. Ed è proprio il talento di Murcia, considerato da molti esperti e addetti ai lavori l’erede naturale di Rafa Nadal, il più forte tra gli aspiranti numeri uno.

Djokovic snobba Sinner e incorona Alcaraz: tifosi su tutte le furie

Nelle cinque occasioni in cui Djokovic e Alcaraz si sono incontrati il serbo ha battuto lo spagnolo tre volte, ma uno dei due successi del giovane murciano è arrivato in finale a Wimbledon, l’evento di maggior prestigio dell’intera stagione. E Nole non fa fatica ad ammettere quanto sia difficile affrontare un avversario del genere: “Carlos Alcaraz è il giocatore più completo che abbia mai visto alla sua età. Quella sconfitta mi fece arrabbiare così tanto che ho dovuto poi vincere tutto quel che c’era da vincere“.

Djokovic incorona Alcaraz
Alcaraz è il giovane più forte (LaPresse) – Wigglesport.it

Ma il suo arrivo – ha concluso il serbo durante il programma 60 Minutes prodotto dalla CBS è stata una grande opportunità per reinventare me stesso e spingermi a lavorare ancora più duramente“. Le parole di Djokovic hanno fatto storcere il naso ai tantissimi fan di Jannik Sinner che nell’intervista in questione non viene mai nominato.

Alcaraz è una forza della natura ed è un predestinato, ma il ventiduenne campione italiano ha dimostrato ampiamente di poterlo battere, anche abbastanza spesso. Toccherà al talento di San Candido far cambiare idea al fuoriclasse di belgradese, magari già a partire dai prossimi Australian Open.

Impostazioni privacy