Disastro in casa Red Bull: annuncio ufficiale, ora rischia grosso

In casa Red Bull non sono tutte rose e fiori e dopo i successi in Bahrain e Arabia Saudita arriva anche una brutta notizia in vista del prosieguo del Mondiale

Verstappen e Perez hanno completato due doppiette nelle prime due gare dell’anno, mostrando una superiorità tecnica davvero imbarazzante. Eppure c’è il rischio di una penalità che può compromettere i prossimi GP.

La Red Bull rischia grosso
Penalità in casa Red Bull (WiggleSport – ANSA)

Quello che si temeva nei test è diventato realtà: la Red Bull è ancora la dominatrice incontrastata della Formula 1 contemporanea. La scuderia austriaca sta lasciando le briciole agli avversari e nei primi due Gran Premi in calendario ha portato a casa due doppiette. In Bahrain e Arabia Saudita è stato sempre Verstappen a vincere (facendo anche la pole) e Sergio Perez è stato perfetto scudiero. La novità rispetto al 2023 sembra essere proprio questa, ovvero la ritrovata vena del messicano, molto più a suo agio con la guida della RB20.

Il compagno di Super Max è stato però protagonista di un piccolo contrattempo nel corso del GP di Gedda, andando a subire una penalità di 5 secondi per unsafe release. Nemmeno questo è bastato a Leclerc per avvicinarsi e strappargli la seconda piazza, visto il margine accumulato nella prima parte di gara.

La sanzione è scattata per l’uscita dai box durante il pit stop in regime di Safety Car, avvenuta in modo “non sicuro” e quindi da regolamento passibile di intervento dei Giudici.

Red Bull, Sergio Perez deve fare attenzione: l’unsafe release di Gedda può portare ad una squalifica

La penalità di Perez è stata convertita anche in un punto in meno sulla propria Superlicenza. Già da qualche anno, infatti, in Formula 1 è stata introdotta la patente a punti, con la quale i piloti devono fare i conti. Se si prendono 12 punti di penalità si è costretti a saltare un Gran Premio.

Con quella di Gedda Perez è salito ad un totale di 8 penalty points e ora dovrà stare attento a non commettere altre sanzioni, avendo un margine di sole tre lunghezze.

Pesante penalità per Sergio Perez
Adesso la Red Bull rischia grosso (WigggleSport – ANSA)

Il computo si annulla dopo 12 mesi e questo porterà Perez a recuperare 2 punti a settembre, visto che scadranno le sanzioni di Singapore e Giappone 2023. Prima di allora, però, ci sono ancora moltissime gare in programma e bisognerà fare grande attenzione.

Il numero 11 è stato anche sfortunato nella fattispecie, visto che solitamente questi unsafe release sono attribuiti come responsabilità ai meccanici nel box. Nel suo caso, però, gli era stato mostrato un semaforo rosso che avrebbe dovuto impedirne la ripartenza, cosa che lui ha ignorato.

Impostazioni privacy