Caos in casa Ferrari, l’annuncio del campione spiazza i tifosi

Lo sfogo del pilota che spiazza tutti a Maranello: in Ferrari non si sarebbero aspettati queste verità proprio da lui.

Un terremoto in F1 è stato provocato pochi giorni fa dall’annuncio di una delle scuderie più amate del movimento: la Ferrari. Il Cavallino ha annunciato infatti che dal 2025 a far coppia con Charles Leclerc ci sarà Lewis Hamilton e questo non è solo un colpo sensazionale. In realtà è tutto il movimento a catena che ha scatenato che ora sta smuovendo le acque del Circus, col pilota britannico che potrebbe portar con sé in rosso anche qualche elemento dello staff. Per non parlare poi del mercato piloti ora in subbuglio per l’anno prossimo.

Ferrari, l'annuncio del campione spiazza tutti
colpo di scena in Ferrari, c’è l’annuncio (Lapresse) Wigglesport

Queste sono settimane calde per la nuova stagione, la Ferrari ha presentato la nuova monoposto e mancano poche settimane alla nuova stagione. Intanto non mancano i rumors e le dichiarazioni di esperti, media ed ex piloti e nelle ultime ore alcune dichiarazioni hanno fatto molto polemica. Sono arrivate in maniera inaspettata ma l’ex campione ha incendiato una vera e propria bufera.

Se a Maranello avranno l’accoppiata formata dal ‘Predestinato’ e da ‘The Hammer’, è da ricordare anche che la scuderia italiana non si è mai fatta mancare dei nomi di tutto rispetto ed infatti, anni fa in rosso c’era anche ‘Il Professore’, ovvero Alain Prost. Anche all’epoca, 1990, la scuderia emiliana mise a segno un colpo ad effetto portando via il classe ’55 alla McLaren. Prost poi riuscì a portare a casa un quinto ed un secondo posto finale nei due anni con la Rossa.

“Mi hanno sottovalutato”: bufera Ferrari

Il vero rivale di Senna degli anni Ottanta e Novanta ha corso quindi in Ferrari e con le vetture di Maranello riusci’ a conquistare cinque vittorie in due anni. Eppure, proprio il quattro volte campione mondiale ha avuto da ridire sulla sua esperienza italiana in una recente intervista a Motor Sport. A sorpresa, il francese che chiuse la carriera in Williams ha infatti ammesso la sua teoria: “Sembra una battuta, ma sono stato completamente sottovalutato! Lo so”. 

In effetti però non è solo dei due anni in Ferrari che parla Prost, allargando il pensiero a tutta la sua carriera ed a quella famosa rivalità. Infatti, ecco cosa ha detto: “Ayrton rappresentava più brio. Io ero il ‘Professore’, clinico. Lui era ‘mistico’ e questo piaceva alla gente, devo dire che a volte mi ha realmente impressionato in qualifica, non ricordo esattamente quando, ma mai in condizioni di gara. In gara e nel warm-up, la maggior parte delle volte ero più veloce. A volte mi chiedo come verrò ricordato”.

Prost ricorda i tempi della Ferrari
La verità di Alain Prost, ex pilota (wigglesport.it – Ansa foto)

In realtà però moltissimi amanti della F1 ricordano anche le gesta dell’ex ferrarista che sottovalutato probabilmente non è mai stato. Certo, il paragone è di quelli difficili visto che alla sua epoca correva proprio Senna, ma l’ex pilota ci tiene a ribadire il concetto. Prost spiega che anche di altri suoi colleghi si parla poco, oscurati tutti dalle vittorie del brasiliano che morì nel 1994. Il francese, spiega ancora: “Oggi ci sono i social media e tutti tornano a vedere i video delle nostre battaglie. A volte non capisco. La mia carriera non è durata solo due o tre anni”. 

Impostazioni privacy