Calcio in italiano in lutto, club sotto shock: tifosi in lacrime

Il club italiano ha subito una grave perdita che ha sconvolto tutta la società. Sono tutti sono sotto per la morte improvvisa di uno degli uomini più importanti

Il calcio è uno sport ove c’è continua lotta a migliorare, emergere e scrivere la storia, sia a bassi che ad alti livelli. Tutti sono accumunati dalla voglia di alzare i trofei, centrare la promozione, in una ruota che non smette mai di girare, da un anno a quello successivo e cercando di eludere il tempo.

Grave lutto nel calcio italiano, addio al dirigente
Il calcio è in lutto per la morte improvvisa del dirigente (Pixabay) – wigglesport.it

È stato così anche per Salvatore Sorrentino, uno che ha calcato per un vita i campi, o meglio è rimasto da dirigente dietro le quinte ad attuare le strategie necessarie per far crescere le società per cui lavorava. È stato così al Vis Pesaro di Bruscoli e al K-Sport Montecchio Gallo, per cui ora era un riferimento fondamentale. Chi ha avuto il piacere di stare al suo fianco non ci ha messo molto a notare quanto fosse disponibile, un vero tuttofare in grado di risolvere gran parte dei problemi che un’azienda può avere e regalando una presenza impareggiabile.

Per questo, la sua morte improvvisa a 75 anni è un durissimo colpo non solo per il club marchigiano, ma per tutti quelli che amano il calcio. ‘Sorre’, come lo chiamavano tutti, è arrivato al Pronto Soccorso di Pesaro in preda ai dolori ed è stato poi trasferito in Cardiologia. Dopo si scoprirà che aveva avuto una polmonite: proprio quanto le sue condizioni sembravano in miglioramento, è peggiorato all’improvviso ed è stato ricoverato a Fano, dove è morto. I funerali si sono tenuti in queste ore ed era presente la squadra al gran completo.

La morte di Sorrentino ha scosso dirigenti, tifosi e squadra

Il cordoglio è stato veramente tanto nelle ultime ore, come lo meritava Sorrentino. Il direttore sportivo, Ettore Mariotti, suo amico da tanti decenni, ancora sotto shock, l’ha ricordato con parole molto belle.

Grave lutto nel calcio italiano, addio al dirigente
Salvatore Sorrentino era molto importante per il club e amato da tutti (Facebook) – wigglesport.it

Il vero uomo squadra, era una persona buona, inesauribile factotum che tutte le società dovrebbero avere: grave perdita come dirigente e come uomo“, ha raccontato. E ha anche aggiunto: Per me è stata una grande persona, generosa in tante situazioni. Lunedì 5 febbraio era nel mio negozio, la domenica prima eravamo andati insieme ad Osimo in auto, anziché con la squadra, perché non si sentiva bene: è stata la sua ultima partita“.

Impostazioni privacy