Australian Open, ecco i primi forfait: out due big

Il momento dell’Happy Slam si avvicina e non mancano le rinunce: ecco chi non vedremo protagonista alla prestigiosa kermesse australiana

La stagione 2023 è finita solo da qualche giorno, ma il mondo del tennis è già proiettato a quella che verrà. Tra meno di un mese, infatti, giocatori e giocatrici saranno impegnati in terra oceanica nei tornei di preparazione al primo Slam dell’anno, l’Australian Open, di scena sul cemento di Melbourne tra il 14 e il 28 gennaio.

Australian Open, i primi forfait
Si avvicina il momento dell’Australian Open 2024: il punto della situazione (AnsaFoto) – Wigglesport

Parlando proprio dell’Australian Open, l’Happy Slam quest’anno si prospetta ricco di spunti di interesse: riuscirà Novak Djokovic a confermarsi campione raggiungendo la quota monstre di 25 titoli Major? O il serbo – vincitore delle ultime quattro edizioni a cui ha partecipato – verrà detronizzato da un baby fenomeno tra Carlos Alcaraz e Jannik Sinner? Il rientrante Rafael Nadal può davvero essere la mina vagante?

Nel femminile, invece, c’è attesa di capire anche chi sarà la numero uno al mondo dopo Melbourne tra Iga Swiatek e la sua diretta inseguitrice, Aryna Sabalenka. Ci sono davvero tanti interrogativi riguardanti il primo Slam dell’anno, sia per il circuito maschile che per quello femminile.

Australian Open 2024, rese note le entry lists: assenti due big nel femminile

Tutte domande a cui solo il tempo, anzi il campo, può dare una risposta. Intanto, nelle scorse ore si è chiuso il termine per iscriversi al torneo e sono state rese note le entry list dei tabelloni principali. Dando uno sguardo a quello femminile, con tanto di ranking Wta alla mano, saltano subito all’occhio i forfait di due tenniste che avrebbero potuto partecipare di diritto. Entrambe sono state top-10 nel recente passato.

Australian Open, i primi forfait
Ecco chi non ci sarà sul cemento di Melbourne (AnsaFoto) – Wigglesport

Si tratta di Belinda Bencic e Bianca Andreescu, rispettivamente campionessa olimpica a Tokyo 2020 e vincitrice dello US Open 2019. La svizzera e la canadese, però, hanno deciso di saltare il torneo per motivi ben diversi. La prima è alla prese con la gravidanza annunciata sui social a inizio novembre, mentre la seconda presenta una situazione abbastanza particolare: ad agosto ha riscontrato un infortunio alla schiena che la tiene lontano dal campo da ormai quattro mesi.

Essendo scivolata alla posizione numero 96 della classifica mondiale, sembrerebbe intenzionata a rientrare solo a febbraio quando potrà accedere ai tornei col ranking protetto (scatta a 6 mesi dall’infortunio). Una scelta difficile ma comprensibile. Una scelta che, peraltro, le consentirebbe di avere più tempo a disposizione per ritrovare una migliore condizione fisica in vista del prosieguo della stagione.

Impostazioni privacy