Annuncio pazzesco di Sinner, tifosi pazzi di gioia: è l’ennesima conferma

L’annuncio di Jannik Sinner sul futuro fa impazzire di gioia i fan del tennista altoatesino, anche perché è l’ennesima conferma che non vuole certo fermarsi agli Australian Open

Jannik Sinner non si ferma, e fissa i prossimi obiettivi. Dopo aver trionfato agli Australian Open, il primo italiano a riuscirci, e aver portato a casa anche il torneo di Rotterdam contro Alex De Minaur, il tennista numero tre al mondo che, ricordiamolo, non ha ancora perso un incontro in questo 2024, non vuole certo cullarsi sugli allori, anzi.

Sinner fa impazzire di gioia i tifosi
Jannik Sinner ha un grande obiettivo che riempie di gioia i tifosi (LaPresse) – wigglesport.it

Per prima cosa, l’altoatesino vorrebbe farsi un bel regalo per il 23esimo compleanno, anche se un po’ in anticipo. Tra luglio e agosto, infatti, secondo quanto dichiarato in un’intervista esclusiva a ‘Sportmediaset’, il campione della racchetta di casa nostra vorrebbe provare a vincere anche le Olimpiadi.

Già pensare di farne parte è bello – ha detto Sinner -, andrò a Parigi per provare a prendermi una medaglia. Non solo, però, perché per lui i giochi a cinque cerchi saranno l’occasione per “conoscere sportivi nuovi che hanno nuovi metodi di lavoro, prendere più informazioni possibili perché ci saranno gli atleti più forti”. Ma non basta, perché di tornei e di emozioni da regalarci ne ha ancora tantissimi.

Sinner fissa gli obiettivi: le parole fanno sognare i tifosi

Tra gli obiettivi del tennista di San Candido, infatti, ci sono anche gli Internazionali Bnl d’Italia che anticiperanno, come sempre, il Roland Garros. Sulla terra rossa del Foro italico la vittoria di un italiano manca, manco a dirlo, dal 1976, quando fu Adriano Panatta a vincere il trofeo.

Sinner fa impazzire di gioia i tifosi
Sinner ha intenzione di essere grande protagonista anche alle prossime Olimpiadi (LaPresse) – wigglesport.it

L’anno scorso, nonostante un buon inizio, non avevo fatto un buon torneo”, ha iniziato Sinner. Per questo motivo, nel 2024 spera di alzare il livello, anche perché non ha nascosto quanto sarebbe bello trionfare anche davanti al pubblico di casa: “La cosa più bella è giocare di fronte a tanti tifosi – ha spiegato -, quando entri in campo senti un boato bellissimo, sembra quasi ci siano 50.000 persone”.

Poi ci sarà Parigi, con il secondo Major di stagione, e Wimbledon, con l’erba, la superficie su cui ha detto di dover migliorare di più. “È una sfida che mi piace, conoscere una superficie un po’ diversa. Devi fare tanta amicizia con l’erba, a volte rimbalza male, a volte scivoli…. Ma sono sicuro di poterci giocare molto bene”, ha detto ancora il classe 2001 che, ha concluso, non è cambiato con le vittorie di questi ultimi mesi.

Impostazioni privacy