Altro addio in Formula 1, è pronto per la Ferrari

Poco più di 45 giorni al via di un mondiale di Formula 1. La Ferrari è pronta ad accogliere un altro rinforzo

Il 2 marzo si avvicina sempre di più. Un mese e mezzo ancora e scatterà il primo semaforo verde della nuova stagione di Formula 1. Sul circuito di Losail in Qatar le nuove vetture potranno verificare se il lavoro svolto in inverno da ingegneri e progettisti avrà portato i frutti sperati o meno.

Simone Resta ritorno Ferrari
C’è un nuovo arrivo alla Ferrari (LaPresse) -Wigglesport.it

In casa Ferrari si stanno mettendo a punto tutti i dettagli in vista del grande evento programmato per martedì 13 febbraio, il giorno della presentazione a stampa e tifosi della monoposto che correrà il mondiale 2024. Un momento significativo visto che potrebbe coincidere anche con l’annuncio dell’atteso rinnovo dei due piloti, Leclerc e Sainz.

Se per quanto riguarda le guide i vertici di Maranello hanno optato per una doppia significativa conferma, negli altri settori si è proceduto ad importanti cambiamenti, tra partenze e arrivi più o meno eccellenti.

Il nuovo team principal Frederic Vasseur ha iniziato a ridisegnare l’organigramma dell’intera area tecnica del reparto corse cercando di strappare alla concorrenza alcuni dei tecnici migliori e più qualificati.

Un importante ritorno alla Ferrari

In questo caso però si tratta di un ritorno e non di un nuovo arrivo. Stiamo parlando di Simone Resta, cinquantatre anni, reduce da due stagioni trascorse nella scuderia Haas in qualità di direttore tecnico. I

n realtà Resta si era trasferito nella scuderia nordamericana in prestito per onorare un accordo di partnership siglato tra la Haas e la Ferrari. Ora, dopo la fine dell’esperienza con il Team che ha destituito anche Steiner dal ruolo di team principale, Resta sta per varcare di nuovo i cancelli di Maranello anche se, a quanto pare, non è stato ancora investito di un ruolo ben preciso.

Simone Resta ritorno Ferrari
Simone Resta, eccolo nella foto in tenuta Alfa Romeo (LaPresse) – Wigglesport.it

Questo, per l’ingegnere originario di Imola, è il secondo ritorno alla Ferrari: dopo aver avuto un ruolo essenziale come progettista nel 2014 ai tempi del nuovo corso instaurato da Sergio Marchionne, era passato nel 2018 tra le file dell’Alfa Romeo Sauber come direttore tecnico per poi rientrare alla base a metà 2019.

Due anni fa si era invece trasferito ‘in prestito’ alla Haas, il team americano che ora ha avviato una profonda ristrutturazione del suo team tecnico.  Di cosa Resta si occuperà in Ferrari non è ancora stato stabilito. Come riporta la Gazzetta dello Sport, forse potrebbe essergli affidato un ruolo nel reparto corse GT o nella produzione automobilistica di serie ma si tratta per ora soltanto di ipotesi.

Impostazioni privacy