Allegri attaccato da un altro allenatore: “Avanti con le furbate”

Attacco frontale a Massimiliano Allegri, momento sempre più complicato per il tecnico della Juventus: che stoccata al livornese

E’ stato un febbraio fin qui da dimenticare per la Juventus, che non vince in campionato ormai da più di un mese. Ultimo successo quello contro il Lecce, per poi incappare in una striscia negativa di quattro gare, che hanno allontanato in maniera decisiva i bianconeri dalla quota scudetto. E sul banco degli imputati è tornato nuovamente Massimiliano Allegri.

Attacco ad Allegri, un altro allenatore su tutte le furie
Massimiliano Allegri riceve un’altra bordata, in questo momento il tecnico della Juventus ha tutti contro (fonte: © LaPresse) – Wigglesport.it

Il tecnico livornese, pur senza incantare, aveva raccolto elogi per il modo in cui stava massimizzando il rendimento della sua squadra. Nessuno, a inizio stagione, avrebbe immaginato una Juventus in grado di stare punto a punto con la vetta della classifica, mettendo pressione all’Inter. Che però ha continuato a macinare risultati, non facendosi trascinare sul terreno della polemica, e alla fine sembra aver avuto la meglio sui rivali. Battuti nello scontro diretto e distanziati nelle altre giornate, in cui di colpo la Juventus ha perso efficacia.

Siamo a soli due punti in quattro gare, una frenata assai brusca che ha riportato tutti sulla terra alla Continassa. Adesso, c’è da riprendere la marcia, dalla gara con il Frosinone, per stabilizzare la posizione in zona Champions, fin qui mai in discussione. Anche perché dopo il calendario proporrà, prima della pausa, sfide complicate come quelle con Napoli e Atalanta. Nel frattempo, però, Allegri è tornato in discussione, anche a causa di scelte poco convincenti di formazione, oltre al solito contestato approccio alle gare.

Arrigo Sacchi a gamba tesa su Allegri: dichiarazioni al massimo livello di polemica

Tra le voci più polemiche nei suoi confronti, quella di Arrigo Sacchi. Che già di suo non è mai stato un estimatore del livornese, anzi, ma stavolta ha sparato praticamente ad alzo zero.

L’ex Ct della Nazionale, ai microfoni de ‘La Stampa’, ha posto l’accento sulla proposta di gioco antiquata di Allegri, che sembra non poter dare di più alla Juventus: “Non dico che mi aspettassi la frenata della Juventus, ma era certamente possibile – ha spiegato – Non vedevo brillantezza e innovazione nel gioco, ma in Italia sei bravo a prescindere se vinci”.

Sacchi all'attacco di Allegri
Massimiliano Allegri, il suo gioco non convince proprio: Sacchi non le manda a dire (fonte: © LaPresse) – Wigglesport.it

L’allenatore ha poi proseguito: “Siamo un paese di tattici in qualsiasi settore, andiamo avanti con le furbate. Allegri è un bravo tattico, si impone sfruttando gli errori degli avversari. Ma non è uno stratega, ossia uno che cerca di imporsi con una propria idea. Vincere senza merito non può essere considerata una vittoria, a mio avviso”. Frasi durissime, che forse la Juventus inizia a condividere, se è vero che alla fine della stagione si pensa all’addio.

Impostazioni privacy