Alex Zanardi, brividi dopo l’ultimo gesto: tifosi con le lacrime agli occhi

Alex Zanardi continua a lottare per recuperare al meglio dopo l’ultimo incidente, e non mancano i momenti di commozione nel ricordarlo.

L’ex pilota Alex Zanardi resterà sempre un esempio nel mondo sportivo. L’ultimo gesto commuove un po’ tutti gli sportivi italiani, che hanno sempre ammirato la capacità di non abbattersi davanti alle tante avversità della vita. Tante difficoltà e una capacità nel reagire fuori dal comune, in tanti per questo stimano il leggendario campione.

Zanardi gesto che commuove
Alex Zanardi sempre amato dagli italiani (ansa foto) – wigglesport.it

Nella vita, così come nello sport, non bisogna mai arrendersi. Un personaggio come Alex Zanardi è, senza dubbio, da prendere ad esempio in Italia e non solo. Amava le sfide e lo ha dimostrato nel corso del tempo, lottando sempre per nuovi obiettivi e riuscendo a superare ogni aspettativa.

L’ultimo incidente del 2020 in handbike è stato un durissimo colpo, Zanardi ancora oggi è costretto a seguire importanti terapie nei centri di riabilitazione, ma non manca mai il supporto della moglie e del figlio. Così come resta sempre forte la spinta di quanti gli vogliono bene, un ultimo gesto commuove decisamente pensando a Zanardi, i suoi giovani campioni lo onoreranno al meglio. L’azzurro è ormai poco attivo sui social e sempre meno presente, ma nessuno lo ha dimenticato. Anzi.

Il messaggio di Zanardi prosegue, i dettagli

La figura di Alex Zanardi e i suoi insegnamenti sono uno sprone continuo soprattutto per i ragazzi. Non è un caso come sia stata accolta, con grande commozione, la possibilità di diffondere i valori dello sport paralimpico anche nel mondo delle scuole. Obiettivo3  il centro di avviamento e sostegno allo sport che era stato fondato qualche anno fa Zanardi – ha avviato il progetto di sensibilizzazione che coinvolgerà sino a maggio oltre mille studenti.

Il gruppo di Obiettivo3, fondato nel 2017 dall’ex pilota, sta continuando a lavorare con tenacia e passione, sperando quanto prima di poter vedere insieme a loro proprio lo stesso Alex Zanardi. Si terranno così incontri formativi con la condivisione di messaggi positivi che coinvolgeranno gli studenti delle scuole primarie e secondarie. Saranno trattati temi come l’espansione della realtà paralimpica, saranno raccontate le storie dei vari atleti e le esercitazioni serviranno poi a diffondere la cultura dell’inclusione.

Gesto importante per ricordare Zanardi
Nelle scuole si porterà il messaggio dell’ex pilota (ansa foto) – wigglesport.it

“Obiettivo Passepartout” si svolgerà quindi nel nome di Zanardi, che sarà senza dubbio fiero del grande lavoro previsto per incidere nel mondo scolastico. I numeri dimostrano l’organizzazione capillare con sette regioni coinvolte, dal Trentino Alto Adige alla Puglia, mille studenti nonché venti atleti paralimpici che aiuteranno i professori nel coordinamento. L’evento finale si svolgerà poi a Parma il 29 maggio, con una grande festa nel campus universitario ducale, sperando che possa essere anche da buon auspicio per il pieno recupero di Zanardi.

Impostazioni privacy