Addio a Pellissier: trovato in casa senza vita

Improvvisa e inattesa è arrivata la notizie della morte di Pellissier a soli 51 anni: era conosciuto in tutto il mondo per le sue imprese

Per molti appassionati era un idolo, perché ha scritto pagine leggendarie nel suo sport. Ecco perché la notizia della sua scomparsa improvvisa, a soli 51 anni, in poco tempo ha fatto il giro del web lasciando tutti sconvolti.

Sport in lutto, è scomparso a soli 51 anni: dramma improvviso
Sport in lutto, è scomparso a soli 51 anni (Ansa Foto) – Wigglesport.it

 

Jean Pellissier, ex azzurro di skyrunning e scialpinismo, è stato trovato morto nella sua casa di Saint-Vincent in Valle d’Aosta e tutti gli indizi portano all’ipotesi del suicidio. Lo ha trovato un amico che era passato a trovarlo ed ha avvisato subito i carabinieri.

Il nome di Pellissier che da tempo gestiva un negozio di articoli sportivi a Martigny, poco oltre il confine svizzero, è molto noto nel mondo della montagna e dello sci alpinismo. Perché durante la sua lunga carriera, sia sulla neve che nello skyrunning, è stato un protagonista assoluto con il suo esempio, non solo nello sport.

Intanto era stato fra i primi grandi protagonisti dello skyrunning in Valle d’Aosta e non a caso ora era tra gli organizzatori della Monte Zerbion Skyrace. Fin dalla metà degli anni ’90 era stato uno dei migliori al mondo in questa disciplina, come dimostrano i terzi posti ai Mondiali assoluti di Cervinia nel 1998 e, l’anno successivo, al circuito mondiale Skymarathon ad Aspen. Ma vantava anche il record mondiale di scalata in velocità dell’Aconcagua in Argentina, stabilito nel 2000 oltre a diversi primi posti in gare internazionali

Addio a Pellissier: per molti anni è stato un simbolo non solo nella sua regione

Pellissier è stato un grandissimo interprete anche dello scialpinismo, disciplina che di Giochi di Milano-Cortina 2026 diventerà anche disciplina olimpica. In particolare anche vinto nel 2004 la Patrouille des glaciers in Svizzera e il Tour du Grand Paradis nella sua terra. Storico il successo nel classico Trofeo Mezzalama, sempre in Valle d’Aosta, nel 2007 con un tempo da record, insieme a Guido Giacomelli e Florent Troillet.

Jean Pellissier è stato un grande campione: tuifosi sconvolti
Jean Pellissier è stato un grande campione (Facebook) – Wigglesport.it

 

Ogni gara per lui, come ricordano ora gli amici e quelli che gli hanno voluto bene, era una come una sfida personale che andava ben oltre il podio. Uno spirito che aveva portato sul lavoro e che lo faceva apprezzare per la sua voglia di non mollare mai. Ma soprattutto c’era il suo amore per la montagna e tutto il mondo che la circondava.

Non a caso il Presidente della Regione, Renzo Testolin, lo ha voluto ricordare subito: “La Valle d’Aosta perde un amante della montagna puro e sincero, che ha rappresentato ad altissimo livello la nostra regione in competizioni internazionali. A lui va il riconoscimento del mondo sportivo per aver contribuito a diffondere lo spirito di fair play e lealtà”

Jean Pellissier lascia la compagna Lella, il figlio Gilles, il fratello gemello Paul e le sorelle Laura e Daniela. Ma anche un grande vuoto in chi lo ha saputo apprezzare, al di là delle sue imprese sportive.

Impostazioni privacy